Feeds:
Posts
Comments

Archive for the ‘mostre’ Category

F r a n c o M o l t e n i
evocazioni del corpo
a cura di Dorian Cara e del Centro per la Conservazione delle Opere d’Arte Ferrari Restauri
Carimate (Como)
Salone Civico del Torchio – Piazza Castello
Inaugurazione sabato 25 aprile 2009 alle ore 18.30
A Carimate, dal prossimo 25 aprile sarà possibile ammirare – eccezionalmente – 50 sculture circa dell’artista di Cantù
(Como) Franco Molteni, scomparso nel 2001.
La mostra retrospettiva, curata da Dorian Cara e da Antonella Ferrari del Centro per la Conservazione delle Opere
d’Arte Ferrari Restauri, intende valorizzare il lavoro del significativo maestro scomparso, in attesa delle più ricche e
doverose celebrazioni previste per il centenario della nascita, nel 2012.
Erede dell’antica tradizione canturina dell’intaglio, Franco Molteni, nato nel 1912, è stato artista di indubbio carisma e
versatilità nel plasmare la materia, non solo quella lignea, ma anche su cera, creta, gesso, terracotta, marmo, metallo e
polistirolo.
Formatosi all’Istituto Statale d’Arte di Cantù (Como), e successivamente all’Accademia di Brera a Milano, con una breve parentesi all’Accademia di Belle Arti di Roma, dal 1957, si trasferisce per circa 30 anni nel cantone svizzero del Vaud, presso Vevey, prima, e Montreaux, dopo. Qui, nel suo laboratorio, prosegue quella attività artistica, alternata
all’insegnamento che lo afferma nella Svizzera francofona, realizzando diverse esposizione personali e collettive, e
tributandogli innumerevoli premi e apprezzamenti sia dalla critica che dal pubblico.
La sua fama di intagliatore ligneo gli è valsa la committenza, da parte dell’attore Charlie Chaplin, per la decorazione della sua residenza Manoir de Ban, presso Corsier-sur-Vevey tra il 1959 e il 1960.
Nello stile di Molteni, ben rappresentato dai diversi tipi di esecuzione esposte alla mostra di Carimate, emergono echi,
spunti e letture rigenerate dell’opera di grandi maestri storici come Medardo Rosso e Amedeo Modigliani, fusi – originalmente – ad elementi naturalistici e della scultura primitiva africana, richiamata in segni ancestrali come le torsioni di corpi danzanti, e, infine, con motivi stilistici desunti dalla formazione accademica di fine Ottocento e inizi Novecento di cui era in possesso.
L’esito è duplice, da un lato, la materia generata dalla luce, dall’altro la figura talvolta grottesca, che viene espressa in funzione di arredo, in forme di nuovo design: si pensi alle cariatidi concepite a montanti di camino, alle botti intagliate con scene di vendemmia, ai torchi il cui perno è una figura danzante, a maniglie in forma di sirene, e a cavalli marini come fermi per il camino.
La scultura di Franco Molteni è quindi qualcosa di più della rappresentazione immobile della realtà, ed essa diviene oggetto ludico quotidiano e in movimento, mai inutile, anzi richiamo efficace alla bellezza costruita con incantevole poeticità.

Inaugurazione: sabato 25 aprile 2009 h. 18.30
25 aprile – 8 maggio 2009
Orari:
Martedì – Venerdì 18.00 – 22.00
Sabato e Domenica 10.00 – 19-00
Venerdì 1 maggio 10.00 – 19-00
Per informazioni:
Biblioteca Civica di Carimate
Tel / Fax +39 031-791717
e-mail biblioteca@comunecarimate.it
Centro per la Conservazione delle Opere d’Arte Ferrari Restauri
Via privata Maria Teresa, 7 – 20123 Milano
Tel / Fax . + 39 02-89013147
e-mail ferrestauri@fastwebnet.it
sito internet http://www.ferrarirestauri.it
Come raggiungere il Torchio di Carimate:
• da Milano (distanza 36 Km.), prendere la S.S. 35 Milano-Meda e uscire a Lentate sul Seveso Nord, lasciare sulla destra la S.S. 35 e prendere per circa 2 km la S.P. 44 bis. Girare alla rotonda a sinistra, proseguendo per la S.P. 32 fino allo svincolo per Carimate, quindi proseguire seguendo le indicazione Centro-Castello.
• da Como (distanza 18 Km.), prendere la S.S. 35 sino a Cermenate, svoltare a sinistra e prendere la S.P. 34 per Asnago di Cantù per circa 3 Km. Quindi, svoltare a destra per altri 2 Km circa e seguire le indicazioni Centro-Castello.
Cura, testi critici, foto e grafica Dorian Cara
Organizzazione e allestimento Antonella Ferrari
Centro per la Conservazione delle Opere d’Arte Ferrari Restauri Giulia Berardi, Carla Frigerio, Marina Pitti, Rachele Riva, Claudia Sanvito
Iniziative correlate
• Giovedì 30 aprile, alle h. 20.30 presentazione del libro di Renato Ornaghi, Il Cammino di Sant’Agostino in Brianza
Il volume ripercorre il Cammino di Sant’Agostino – ormai definito il Cammino di Compostela della Brianza – descrivendo quel percorso di pellegrinaggio a piedi di circa 350 km. e della durata di due settimane, che congiunge 25 santuari mariani del territorio brianzolo, transitando inoltre per “Rus Cassiciacum” – nel comune di Cassago Brianza – luogo dove Agostino visse, meditò e scrisse prima del suo battesimo per mano del vescovo Ambrogio.
• Sarà possibile l’apertura in orario mattutino della mostra a tutte le scolaresche interessate, previo appuntamento con la biblioteca di Carimate (031-791717)

[si ringrazia Brianze]

Advertisements

Read Full Post »